Internet gratis in camera: una necessità per gli uomini d'affari secondo Ihg

17/07/2013
13:08

Chi pensa che la prima causa di stress di chi viaggia per lavoro siano i ritmi serrati o il peso delle responsabilità è sulla strada sbagliata: i business traveller sono ansiosi quando non riescono a contattare casa a causa della mancanza di connessione internet.

Pubblicità

È questa la conclusione della ricerca condotta da InterContinental Hotels Group su 10mila persone che, nel mondo, viaggiano da sole per lavoro: la connettività online nella camera d'albergo sta diventando essenziale per tutti, non solo per gli italiani nostalgici del focolare domestico.

Come si può leggere su Event Report il 61% degli intervistati considera internet il servizio più importante nella camera d'albergo: più della televisione, ma addirittura più del bagno, del frigorifero o del minibar. Il 40 per cento ne cita l'assenza come primo motivo di disagio durante le trasferte, prima ancora della lontananza dell’albergo dai trasporti pubblici (26 per cento) e di una location rumorosa (24 per cento).

In effetti appena entrano in camera gli i business traveller hanno una priorità irrinunciabile: collegarsi a internet, un'azione che fanno nel 31 per cento dei casi. E la motivazione è proprio la nostalgia di casa, alleviata dalla possibilità di comunicare con i famigliari tramite la Rete.

Quasi due terzi degli intervistati, infatti, preferisce il web al telefono e oltre la metà dichiara che il modo migliore per lasciarsi alle spalle la fatica della giornata lavorativa è parlare con la famiglia.

Tra le azioni di chi entra per la prima volta in camera passano, dunque, in secondo piano l'esplorazione della stanza, scelta dal 25 per cento degli intervistati, la doccia calda (14 per cento) e persino la necessità di disfare le valigie.

Il bisogno di connettersi al web porta come diretta conseguenza una richiesta sempre più pressante agli alberghi da parte dei clienti business: avere internet gratis in camera.

Ecco, dunque, che l'89 per cento degli intervistati annuncia senza esitazioni che poter usufruire di una connessione free li renderebbe più felici durante le trasferte.

Una necessità, quella del web a portata di mano, talmente sentita da spingere il 65 per cento dei viaggiatori d'affari a non gradire un viaggio senza la possibilità di connettersi e addirittura, fra questi, uno su dieci si rifiuterebbe di lasciare i famigliari per lavoro.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook