Viaggi in Europa sotto la media, ma occupazione in ripresa

26/10/2021
10:05
Leggi anche: europa

Il settore dei viaggi e del turismo in Europa dà segnali di ripresa, ma si mantiene ancora sotto le aspettative rispetto alla media mondiale.
Questo il quadro emerso dall’indagine del Wttc riportata da SchengenVisainfo, che prevede che il settore europeo dei viaggi e del turismo apporterà nel 2021 circa 270 miliardi di euro al Pil dell'Unione, in crescita del 23,9 per cento nel 2021, ma il 6,8 per cento in meno rispetto alla crescita prevista globalmente per il settore. E nel 2022, la previsione del contributo del segmento travel & tourism all'economia europea sarà in aumento del 38 per cento.  

Pubblicità

Le restrizioni dei governi
Numeri ancora insoddisfacenti, considerato che il contributo dei viaggi e del turismo dell'Ue al Pil globale prima della pandemia rappresentava circa 1,92 trilioni di euro. Sebbene la cifra mostri un'impennata, è ancora lontana dai livelli pre-pandemia e il Wttc punta il dito contro le rigorose restrizioni di viaggio imposte dai governi, specialmente durante la prima metà del 2021.

Cresce l'occupazione
D'altra parte, il Wttc intravede qualche speranza in più per il settore dell'occupazione. Il numero di persone che lavora nel settore dei viaggi e del turismo dovrebbe infatti superare i livelli pre-pandemia nel 2022. Inoltre, grazie al successo della vaccinazione e all'implementazione del Green pass dell'Ue, i viaggi e il turismo sono stati in grado di riprendersi gradualmente in tutte le 27 nazioni.
La ricerca del Wttc mostra che mentre la spesa interna è destinata ad aumentare del 30,2 per cento su base annua nel 2021, la spesa internazionale dovrebbe vedere un aumento minore, pari al 19,3 per cento quest'anno, raggiungendo i 242 miliardi di euro, ben al di sotto dei livelli pre-pandemia (560 miliardi di euro nel 2019).

Il futuro
“Con le giuste misure a sostegno del turismo, il numero degli occupati nel settore il prossimo anno potrebbe superare i livelli pre-pandemia con un aumento su base annua del 17,6%, raggiungendo quasi 43 milioni di posti di lavoro" ha commentato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc.
Secondo il Wttc, l'industria dei viaggi e del turismo del Nord America è stata la migliore a livello globale poiché si prevede che aumenterà del 38% entro il 2022.  
Dal canto suo, la Commissione europea per i viaggi, in collaborazione con le compagnie aeree e altre società legate al turismo tra cui il Wttc, ha invitato l'Ue a riconoscere tutti e sette i vaccini approvati dall'Oms e a porre fine al sistema di codifica a colori.

Leggi anche: europa

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook