Torre di Controllo

Lino Vuotto, giornalista di TTG Italia

A Berlino

19/05/2014
10:21
Leggi anche: berlino

A Berlino il 25 maggio si vota. Grande notizia, direte voi, mica solo a Berlino.

A Berlino il 25 maggio si vota per decidere del futuro, che non è ovviamente solo il futuro della città, ma da questo voto dipende anche il futuro di Berlino. Anche in questo caso, direte voi, vale per Berlino come per ogni città e paese d’Europa. Magari non per gli euroscettici, ma nella sostanza è così.

A Berlino il 25 maggio si vota due volte però. Per le europee e per un referendum. I cittadini sono chiamati a dire la loro sul futuro di un simbolo della città, su un luogo che ha fatto la storia di Berlino, ma anche di tutto il trasporto aereo.

A Berlino il 25 maggio i cittadini sceglieranno cosa vogliono che diventi l’aeroporto Tempelhof, chiuso definitivamente nel 2008. Campo di parata sin dal Settecento, a inizio del secolo scorso è stato il luogo dove venne fondata Lufthansa ed è stato definito la madre di tutti gli aeroporti. E poi il ponte su Berlino, tra il 1948 e il 1949. Basterebbe questo. La città lo vuole conservare. Di più, ne vuole fare un simbolo e tra le idee c’è anche quella di creare una città nella città con appartamenti per tutte le tasche, servizi, centri commerciali che vada a completare il parco a cielo aperto che già oggi esiste nel territorio che fu dell’aeroporto.

A Berlino la settimana dopo a Tempelhof si balla. La gloriosa pista sarà trasformata in una enorme discoteca a cielo aperto dove i rumori (c’è da scommetterci) supereranno quelli dei rombanti motori degli aerei. Previste più di diecimila persone per l’A&P Berlin Summer Rave. Si fa ancora in tempo a partire. Però ricordatevi che si atterra a Tegel!

Leggi anche: berlino

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori