Trattativa Ita-sindacati: nulla di fatto. Confermato lo sciopero del 24 settembre

21/09/2021
11:07
Leggi anche: Alitalia

Si chiude con un nulla di fatto la  trattativa tra Ita e i sindacati sul contratto di lavoro per i 2mila 800 lavoratori che Ita deve assumere per dare il via all’attività. Come riportato dal Sole24 Ore pertanto, i sindacati confermano lo sciopero del trasporto aereo di venerdì 24 settembre.

Pubblicità

Durante l’incontro tra Ita e sindacati, l’azienda ha espresso l’intenzione di andare avanti in maniera unilaterale con un “regolamento aziendale", senza un contratto collettivo condiviso con i rappresentanti dei lavoratori. Secondo i sindacati le proposte contrattuali di Ita prevedono un taglio medio di circa il 38% degli stipendi rispetto ad Alitalia e colpiscono soprattutto i naviganti, che hanno stipendi più alti rispetto ai dipendenti di terra.

Per i lavoratori non sono positive neppure le notizie dell’incontro al ministero del Lavoro sulla procedura di Cigs di Alitalia, con dirigenti del ministero e i commissari della compagnia. I commissari avevano già chiesto a luglio il prolungamento della Cigs, che scade il 22 settembre, per altri 12 mesi. I sindacati invece hanno chiesto nelle scorse settimane al governo che la Cigs per gli esuberi e per chi non troverà lavoro in Ita sia prolungata per tutta la durata del piano industriale della nuova società  fino alla fine del 2025. Gli esuberi potenziali sono circa 7.500-7.700. Il Governo non ha dato per ora risposta, ma  ci sarebbero ostacoli a prevedere una Cigs per più di un anno alla volta. Quindi per ora la possibilità di proroga resta ferma a un anno.

Una situazione intricata, che, come sottolineato dal Corriere della Sera, potrebbe portare a disagi per i passeggeri che fino alla metà di ottobre viaggeranno con Alitalia. Per questo, la compagnia ha diffuso sui canali Facebook e Twitter un messaggio che allerta i clienti: “A causa delle riunioni sindacali di categoria che si stanno tenendo in queste ore vi informiamo che nei prossimi giorni si potrebbero verificare dei ritardi nell’erogazione dei servizi Alitalia. Consigliamo ai passeggeri di presentarsi all’imbarco con un solo bagaglio a mano delle dimensioni consentite per contenere i tempi di attesa per la riconsegna a destinazione”. La società si scusa inoltre “per gli eventuali disagi procurati”.

Leggi anche: Alitalia

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook