Smeralda Holding: restyling da 120 milioni

di Silvana Piana
23/06/2021
09:49
 

Il piano strategico Smeralda Holding guarda al futuro. L'obiettivo punta alla diversificazione dell'offerta attraverso la riqualificazione degli hotel, una più ampia proposta della ristorazione e del wellness, un incremento delle attività sportive e per famiglie, sino al rafforzamento della sostenibilità.

Con investimenti per 120 milioni di euro, 15 milioni dei quali spesi nel 2021, tutti gli alberghi sono coinvolti in un progetto che si concluderà nel 2024 e che mira a una spiccata caratterizzazione delle strutture, ma che contempla anche un nuovo hotel. "Il Cala di Volpe, che completa quest'anno la terza fase di restyling, diventa l'hotel glamour per eccellenza - spiega Mario Ferraro, ceo di Smeralda Holding -. A breve inizieranno la ristrutturazione dell'Hotel Cervo e la riconversione del Cervo Tennis Club, che diventerà un hotel 4 stelle lifestyle, che aprirà nel 2024, con 40 camere, ristoranti brandizzati e spazi retail, rivolto a un target giovane. Nel 2023 sarà la volta del Pitrizza, dedicato alla clientela che cerca la massima privacy, e del Romazzino, strutturato per essere un family hotel di alta gamma".

L'attesa per l'incoming
Da sempre meta di un turismo internazionale, gli alberghi della Costa Smeralda, stanno affrontando un'estate diversa? "Stiamo puntando molto sull'Italia - illustra Ferraro -, oltre che su Svizzera, Germania, Francia e Austria, e speriamo che anche gli inglesi possano tornare presto qui. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, invece, i grandi volumi post-pandemici li vedremo il prossimo anno: gli americani sono abituati a organizzare le vacanze con largo anticipo, e quest'anno, non essendo possibile, andranno nelle loro destinazioni. Mancano anche i clienti dal Medioriente e dall'Est Europa, a causa delle quarantene imposte al rientro. Aspettiamo soprattutto i russi".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook